Nazareth

Alla scoperta del mondo sommerso

28 maggio 2020
Gnews

Martedì 26 maggio, si è svolto, da remoto, il convegno conclusivo del progetto “www.alla_scoperta_del_mondo_sommerso.it”.

Questo progetto – finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le politiche antidroga – è nato per indagare gli stili di vita degli adolescenti, per delineare i
comportamenti a rischio con l’obiettivo di individuare i corrispondenti fattori di protezione e costruire e proporre percorsi di prevenzione.

La Cooperativa Krikos di Crema e la Cooperativa Nazareth di Cremona hanno portato avanti le azioni di questo progetto nei territori di Crema, Cremona e Casalmaggiore, individuando come target ragazzi e ragazze tra gli 11 e i 18 anni e trovando negli istituti comprensivi e nelle scuole superiori gli interlocutori principali per avviare la ricerca e realizzare il progetto. Sono stati, infatti, coinvolti un istituto comprensivo di scuola media inferiore nel territorio di Cremona, quattro istituti comprensivi di scuola media inferiore e due di scuola media superiore del territorio di Crema, e l’istituto di istruzione e formazione professionale S. Chiara di Casalmaggiore.

Il progetto si è sviluppato in due macrofasi: la prima ha visto la somministrazione del questionario SELFIE creato e implementato dal Centro per la Formazione e la Ricerca sull’Infanzia e l’Adolescenza “Semi di Melo”, nato dall’intesa tra Casa del Giovane, Fondazione Exodus e Università degli studi di Milano Bicocca.
Il personale dell’Associazione “Semi di Melo” ha proceduto con l’elaborazione dei dati raccolti mediante programmi informatici statistici e ha condiviso i risultati con gli operatori delle coop. Krikos e Nazareth, coinvolti nel progetto.
Ad ogni Istituto coinvolto è stato consegnato un report specifico e a cura degli operatori delle Coop Krikos (per il territorio di Crema) e Nazareth (per il territorio di Cremona e Casalmaggiore) è stato organizzato con le scuole la restituzione dei risultati della ricerca agli studenti, agli insegnanti e ai genitori.

La seconda macrofase invece ha visto alcuni dei ragazzi diventare protagonisti di laboratori di approfondimento della ricerca. Accompagnati dagli operatori delle Coop Krikos e Nazareth (per i rispettivi territori), hanno avuto il compito di sviluppare la riflessione sulle questioni emerse nella prima fase, al fine di ragionare sui fattori di protezione e individuare strategie per inviare messaggi di promozione del benessere e della salute ai propri pari. I laboratori hanno previsto lo sviluppo di strategie di peer-education, per promuovere una co-responsabilità tra gli studenti sulle tematiche della protezione di sé e sullo sviluppo di strategie riflessive.

Il convegno di martedì è stata la tappa finale di questo percorso che ha permesso agli studenti di mostrare i loro prodotti audio/video e di condividere anche con il professor Simone Feder –psicologo e coordinatore dell’area giovani e dipendenze, Casa del Giovane di Pavia – quanto realizzato a partire dai laboratori svolti in classe.
I risultati della ricerca, le fasi del progetto e i prodotti dei laboratori sono consultabili sul sito www.consorzioarcobaleno.it/mondosommerso







Iscriviti alla nostra newsletter


* indicates required