Nazareth

Premiati i giovani del servizio volontariato europeo

28 aprile 2021
News

Il premio alla memoria di Attilio Barbieri, giovane caduto il 26 aprile 1945 in piazza San Luca per mano delle truppe di occupazione, quest’anno è stato
assegnato ai cinque giovani impegnati nei Corpi Europei di Solidarietà (più comunemente conosciuto come Servizio Volontariato Europeo).

Il premio è stato istituito nel 1947 per volontà dei genitori del giovane caduto e riconosce i meriti dei giovani impegnati in attività di servizio al bene comune.

I cinque giovani volontari, quattro spagnoli e uno francese, sono impegnati in progetti della durata di un anno circa, presso enti e associazioni di volontariato del nostro territorio.

Tra questi è stata premiata anche la nostra volontaria Pepa, che vi abbiamo presentato in questo articolo Dalla-spagna al civico81 Pepa del Corpo Europeo di solidarieta.

La commissione che ha assegnato il premio è composta da Rosita Viola, assessore alle Politiche Sociali, mons. Ruggero Zucchelli, delegato del vescovo,
Francesca di Vita (in rappresentanza della preside del liceo Manin, Maria Grazia Nolli); Uliana Garoli, presidente della Fondazione Città di Cremona e Lamberto Ghilardi, segretario della stessa.

La cerimonia si è svolta presso il Palazzo della Carità nella mattinata del 23 aprile.

Durante la cerimonia sono intervenuti alcuni membri della Commissione, il sindaco Gianluca Galimberti e il consigliere del CSV Lombardia Sud Giorgio Reali.

Tutti gli intervenuti hanno sottolineato l’aspetto internazionale che ha assunto quest’anno il premio Barbieri, ancora più significativo se si pensa che questi
giovani hanno scelto di spendersi per un anno intero fuori dal proprio paese, in nome dei principi della solidarietà e del bene comune, nonostante il perdurare della situazione di pandemia e di incertezza sanitaria.

Che questo possa essere, per noi tutti, un forte segnale di fiducia nel futuro.