Nazareth

Giornata del Dialogo Interculturale al Civico 81

30 ottobre 2017
Gnews

Quando, come volontari del Centro Locale di Cremona di Intercultura, abbiamo saputo della call di idee indetta da Civico81, abbiamo deciso di partecipare per organizzare lì la Giornata del Dialogo Interculturale: c’era un campo di calcio, il centro ricreativo Giona con ragazzi stranieri, e noi potevamo contare su un gruppo di volontari, ex borsisti, e simpatizzanti.

Da anni la psicologia sociale sottolinea la funzione del gioco, e dello sport, come strumento di integrazione sociale, perché nel gioco, e nello sport, non esistono differenze di cultura, di lingua, di religione, di etnia. E se anche i ragazzi stranieri ospitati in Italia da Intercultura vengono da un background culturale e sociale per così dire “privilegiato” e vivono qui in un ambiente potremmo dire “protetto”, lo shock culturale di un nuovo paese, una nuova lingua, è lo stesso dei loro coetanei che arrivano in Italia con altri mezzi e con altri obiettivi.

La Giornata del Dialogo Interculturale è stata istituita dalla Comunità Europea nel 2008 e quest’anno per tutti i centri locali Intercultura il tema era “Abitiamo il villaggio globale”, dato che Intercultura ha fatto suoi due degli obiettivi di Agenda 2030, promossa dalle Nazioni Unite per un mondo più sostenibile. Non avevamo fatto i conti con l’inizio del Campionato, così abbiamo chiesto la collaborazione dei centri di Treviglio e Pavia, che ci ha proposto di portare anche i ragazzi richiedenti asilo seguiti dalla Caritas pavese.

Di conseguenza da una partita, quale era stata l’idea iniziale, è nato un torneo, da giocare sabato 7 ottobre a Cremona e il sabato successivo a Pavia. Con Mirko, istruttore dei ragazzi di Giona, abbiamo organizzato l’evento di Cremona, e finalmente è arrivato il giorno fissato, non senza qualche problema dell’ultimo minuto, ma con un bellissimo sole!

Avevamo tre squadre di giocatori misti: Giona, Caritas PV, e Intercultura, distinti solo dal colore delle casacche: gialle, verdi, azzurre! Dopo il calcio di inizio del Sig. Sindaco, i ragazzi hanno giocato tutti con grande impegno, divertendosi e interagendo tra loro anche se non avevano mai giocato insieme prima, ma per concorrere insieme al risultato finale.

E il sabato successivo gran finale a Pavia, dove sono state effettuate le premiazioni: squadra gialla – medaglia d’oro, squadra azzurra – argento e squadra verde – bronzo. Ma al di là del risultato, è stato bello vedere i ragazzi e gli animatori interagire e integrarsi, e così Maysa e Alivia dall’Indonesia, Bogdan dalla Russia, Sofia dagli USA, So dal Giappone e Dyar dalla Turchia, hanno conosciuto la realtà di Orabi, Khaled, Mohamed, Idrissa, e tutti gli altri in amicizia, perché, come ha detto il Sindaco “lo straniero è nella nostra testa, e ogni volta che lo si toglie da lì e si prova a dialogare, si costruisce un mondo migliore”. Grazie a Mirko, Stefano, Nicola e a tutti i ragazzi per aver collaborato in questa giornata, nella speranza di poter organizzare ancora qualcosa insieme; qualche idea c’è già, vedremo se riusciremo a realizzarla!

Fotogallery