Nazareth

Il valore dietro un chilo di pomodori. Espositori etici alla giornata sul caporalato

4 aprile 2022
News
Foto-di-Giulia-Barbieri---Azienda-agricola-Rigenera---Raccolta-dei-pomodori

Giovedì 7 aprile al Civico81 di via Bonomelli
Il valore dietro un chilo di pomodori
Espositori etici alla giornata sul caporalato

Cosa c’è dietro un chilo di pomodori? Un valore. Dal punto di vista della qualità del prodotto e del processo. Si parlerà e si farà esperienza anche di consumi etici durante la giornata dedicata al caporalato, organizzata per giovedì 7 aprile dalle 9.15 alle 16.30 al Civico 81 di via Bonomelli dalla Cooperativa Nazareth e dall’Azienda di agricoltura sociale Rigenera, in sinergia con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e nell’ambito del progetto Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione F.O.R.M.A. (Formazione Opportunità e Risorse per i Migranti in Agricoltura) del Ministero dell’Interno.
Già, perché chi compra ha una grande responsabilità: quella scegliere o meno prodotti che non rechino danno alla salute, all’ambiente, alla sicurezza, alla libertà e alla dignità umana. Un recente sondaggio, realizzato dall’organizzazione internazionale Oxfam e condotto tra i consumatori di 23 paesi, ha rilevato che tre quarti degli intervistati ritiene importante acquistare “alimenti etici”, prodotti in modo rispettoso per le persone e per l’ambiente. In Italia, il 74,41% su più di 2000 consumatori dichiara di essere disposto a comprare un prodotto libero da dinamiche di sfruttamento dei lavoratori, indipendentemente dal prezzo.

E allora, ecco perché, accanto al convegno dal titolo “Agricoltura e lavoro dignitoso per tutti” con relatori nazionali e locali, la Cooperativa Nazareth ha scelto di organizzare per tutto il giorno un’area espositiva nel cortile del Civico81 con le realtà che sul territorio credono nella possibilità di una filiera più giusta per il lavoro e per l’ambiente. Saranno presenti l’Azienda agricola Rigenera, Filiera Corta Solidale, Nonsolonoi e Altromercato, Libera con i prodotti Libera Terra, l’Agenzia per il lavoro Mestieri Lombardia e Coop che omaggerà tutti con il caffè Solidal, offerto dal Comitato Soci Coop di Cremona/Gussola/Piadena.

Al tema dei consumi sarà dedicata anche una sezione della mostra “Capo Volti – Immagini e parole sul caporalato in agricoltura”, visibile per tutta la giornata sempre nel cortile del Civico81, e il pranzo della giornata verrà cucinato con prodotti rigorosamente NO CAP a cura del BonBistrot della Cooperativa Varietà.

IL CONVEGNO: AGRICOLTURA E LAVORO DIGNITOSO PER TUTTI

La giornata inizierà alle 9.15 con un convegno che vede la partecipazione di Francesca De Michiel, docente di diritto del lavoro dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Michelina Ambrosino dell’Ispettorato del lavoro di Cremona, Roberto Di Meglio del Gruppo di lavoro interagenziale dell’ONU sull’Economia Sociale e Marco Omizzolo, sociologo e autore del libro “Sotto padrone”. Gli interventi saranno moderati da Cristina Coppola della televisione Cremona1.

Nel pomeriggio, i lavori prevedono l’intervento del penalista Giuseppe Rotolo e alcune suggestioni a cura di Claudia Laricchia di Future Food Institute. A seguire, una tavola rotonda, guidata da Flaviano Zandonai del Consorzio Cgm, con protagonisti i sindacati Cgil, Cisl e Uil, Chiara Faenza, responsabile Sostenibilità e innovazione valori di Coop Italia, Tiziano Fusar Poli, presidente di Confcooperative Cremona e Giusi Biaggi, presidente della Cooperativa Nazareth.

Per partecipare alla giornata in presenza (numero limitato e green pass) o a distanza occorre iscriversi attraverso la piattaforma Welfare x Cremona al seguente indirizzo: welfarexcremona.it/ convegno-agricoltura-e-lavoro- dignitoso-per-tutti.

 

Scarica a locandina

Foto di Giulia Barbieri

 







Iscriviti alla nostra newsletter


* indicates required